Homepage

Interventi

Eventi

Risorse

Links
Legislazione
Domande & Risposte
Agorà
Redazione

Interventi

LA PRESENZA E IL RUOLO
DEI GENITORI NELLA
SCUOLA DELL'AUTONOMIA

Autonomia e spazi di pertinenza dei genitori
di Rossano Caldari

Autonomia e collaborazione tra docenti e genitori
di Antonella Ubaldi

Autonomia nella scuola media superiore
di Massimo Bertuccioli

Un patto pedagogico
tra scuola e famiglia

di Floriana Falcinelli


 

AUTONOMIA E SPAZI DI PERTINENZA
DEI GENITORI

ROSSANO CALDARI

Dirigente scolastico del III Circolo Didattico di Perugia
DOCUMENTI

da un progetto dell'Associazione Genitori di Perugia


Affrontando il tema dell'autonomia, dal punto di vista dei genitori, occorre innanzitutto individuare gli spazi giuridicamente legittimati di pertinenza dei genitori stessi. La regolamentazione dell'autonomia scolastica è data dei DPR 275 dell'8/3/’99. Gli articoli che riguardano in particolare le famiglie sono l'art.1 e l'art.3. L'autonomia si sostanzia nella progettazione e realizzazione di una offerta formativa adeguata ai diversi contesti, alla domanda delle famiglie, ai bisogni degli alunni funzionale all'attuazione di interventi di istruzione, educazione e formazione mirati allo sviluppo della persona.

Le finalità e gli obiettivi formativi dei testi programmatici assumono principi educativi ed orientamenti di valore condivisi dal mondo della scuola e dalla comunità nazionale. La concreta attuazione di questi obiettivi viene "regolata" sull'alunno "concreto", considerato nella sua realtà locale, tenendo conto, dunque, dell'ambiente sociale e culturale di suo riferimento. Gli obiettivi fondamentalmente sono di due tipi: "formativi programmatici" e "formativi di contesto". Le istanze di contesto vanno a comporre (nella misura dei 15%) il "curricolo locale" che integra il "curricolo nazionale obbligatorio" (quota 85%).

Il piano dell'offerta formativa (POF) contiene, pertanto, indirizzi di "curricolo locale" e di "curricolo nazionale obbligatorio". L'art.3, punto 3, dei regolamento sull'autonomia recita testualmente "... il Piano dell'Offerta Formativa è elaborato dal collegio dei docenti sulla base degli indirizzi generali e delle scelte generali di gestione e di amministrazione definiti dei consiglio di circolo o di istituto, tenuto conto delle proposte e dei pareri formulati dagli organismi e dalle associazioni anche di fatto dei genitori e, per le scuole secondarie superiori,degli studenti. Il Piano è adottato dal consiglio di circolo o di istituto...".

I genitori sono quindi chiamati a partecipare in maniera attiva alla formulazione di proposte educative: "formali proposte vanno proposte in maniera formale". Occorre pertanto realizzare assemblee, le cui istanze possano essere assunte dal Collegio dei docenti ai fini della definizione dei Piano dell'Offerta Formativa (è necessario prevedere in anticipo i punti che dovranno essere discussi dai genitori in sede assembleare). Bisogna inoltre considerare che ogni POF dovrebbe assumere linee significative di carattere culturale e formativo, trovando fondamento e legittimazione sulla base di accreditati presupposti teorici (es. idea di alunno derivante dall'epistemologia costruttivista).

Per quanto riguarda l'autonomia amministrativa è il caso di precisare che allo Stato compete erogare finanziamenti per la realizzazione dell'offerta formativa, per la retribuzione del personale e per l'attuazione di "progetti speciali"; sta poi alle singole istituzioni scolastiche reperire ulteriori finanziamenti da parte di Enti/Istituzioni e dei genitori. I genitori hanno il diritto di disporre di copia di tutti i livelli di progettazione elaborati (POF, progettazione educativa, progettazione didattica di modulo/consiglio di classe, progettazione didattica del singolo insegnante, piano educativo individualizzato (alunni in situazione di handicap), singoli progetti. Attualmente, in ragione della vastità dei cambiamenti che investono il mondo della scuola, si determina un comprensibile difetto di comunicazione tra docenti e genitori.
 
   
  SITI CORRELATI
Age.it - Associazione Genitori

© Copyright 2003 Fondazione Carlo Caetani della Fargna. Tutti i diritti sono riservati.